Paoletti: “Non ha senso cambiare le quote di controllo dell’autoporto di Fernetti”

Paoletti: “Non ha senso cambiare le quote di controllo dell’autoporto di Fernetti”

Il braccio di ferro sull’autoporto di Fernetti a Trieste non accenna a trovare soluzioni. Autorità portuale e Camera di commercio si contendono da mesi il controllo dell’infrastruttura intermodale la cui attivazione è uno dei fulcri per il rilancio dello scalo giuliano. Ancora una volta il gioco dei veti incrociati rischia di rallentare lo sviluppo economico di Trieste. Abbiamo intervistato Antonio Paoletti che ha ribadito le posizioni del’ente camerale che ritiene non ci sia alcuna necessità di affidare all’Autorità portuale di Caludio Boniciolli la maggioranza delle quote di controllo di Fernetti. Secondo Paoletti il retroporto funziona già bene con l’assetto attuale.

Lascia una risposta