Crisi Safilo: lavoratori “tranquilli” con 750 euro al mese

Crisi Safilo: lavoratori “tranquilli” con 750 euro al mese

La Safilo era uno dei colossi industriali del Friuli. Tamara Polano ci ha raccontato la situazione incerta di chi come lei lavorava allo Safilo. Chiuso lo stabilimento di Precenicco (Ud) resta solo quello di Martignacco (Ud) ma i posti di lavoro vengono ridotti da 660 a 162. I sindacati insieme ai vertici dell’azienda hanno firmato un accordo che prevede 3 anni di cassa integrazione a 750 euro al mese. Il primo è sicuro, gli altri saranno firmati anno per anno. Otto mesi saranno offerti in deroga dalla Regione, poi si vedrà. La crisi economica colpisce il Friuli e i lavoratori Safilo non sembrano vedere alternative occupazionali.

Lascia una risposta