Trieste: Utopia della realtà

Trieste: Utopia della realtà

Trieste, l’utopia di una città senza manicomio, fu  uno strordinario laboratorio di sperimentazioni, dove - disse Basaglia- “il malato di mente comincia ad essere considerato come un problema  da vivere nel corpo stesso della realtà sociale e non solo come una mera questione scientifica”. Psichiatria democratica divenne il punto di riferimento non solo di operatori e amministratori di ospedali psichiatrici, ma anche di intellettuali, artisti, studenti.

Lascia una risposta