Gli italiani sbagliati di Diego Cenetiempo: esce in dvd con una piccola antologia istriana

Gli italiani sbagliati di Diego Cenetiempo: esce in dvd con una piccola antologia istriana

Esce in DVD “Italiani sbagliati. Storia e Storie dei rimasti”. Il documentario è disponibile presso le librerie Italo Svevo, La Fenice, Libreria James Joyce Alla Stazione, e presso la videoteca Music Movies Megastore (Via col Video) di Trieste, o attraverso i siti internet delle società di produzione: Pilgrim Film (www.pilgrimfilm.it) e Il Ramo d’Oro Editore (www.ilramodoroeditore.it). Il film, diretto da Diego Cenetiempo, è accompagnato dalla Piccola antologia istriana, curata da Francesco Cenetiempo e Gabriella Musetti.

Italiani sbagliati. Storia e Storie dei rimasti
Al termine della II guerra mondiale, l’Italia sconfitta militarmente, paga i conti ai vincitori: tutta l’Istria passa alla Jugoslavia, comprese le cittadine costiere del Quarnero e la provincia dalmata di Zara, in cui gli italiani avevano rappresentato sempre la maggioranza della popolazione. Con la ridefinizione dei confini, cui fecero seguito gravi episodi intimidatori anti italiani da parte jugoslava, gran parte della popolazione italiana della penisola decide di abbandonare la propria casa. È un esodo che sconvolgerà come mai prima di allora il quadro demografico locale. Solo da Pola, su 32.000 abitanti, se ne andranno 29.000.
Alcuni italiani decidono di rimanere comunque. Sono gli «Italiani sbagliati», come li definisce Pier Antonio Quarantotti Gambini, scrittore ed esule istriano, ai microfoni di Radio Venezia Giulia, da lui stesso fondata, che trasmetteva verso la Jugoslavia. Questo documentario è un viaggio nella memoria attraverso le vite e le parole degli italiani che abitano ancora in queste terre.
Tale indagine avviene attraverso una appassionata narrazione di alcuni tra i testimoni dell’epoca, scelti tra gli scrittori e le scrittrici viventi più rappresentativi della comunità italiana in Istria e a Fiume, con l’obiettivo di non disperdere la memoria di chi ha operato e opera per il mantenimento e il rafforzamento di una cultura italiana viva in queste terre.
Il documentario è stato presentato in anteprima al Trieste Film Festival 2010.

Piccola antologia istriana
Raccolta di stralci significativi degli scrittori di questa generazione: Ester Barlessi, Alessandro Damiani, Anita Forlani, Lucifero Martini, Ezio Mestrovich, Nelida Milani, Mario Schiavato, Giacomo Scotti, Eros Sequi, Osvaldo Ramous, Claudio Ugussi, Eligio Zanini.
“A dare maggiore compiutezza al panorama succinto della letteratura istriana che abbiamo tracciato nelle interviste che proponiamo, ci pare opportuno allegare una Piccola Antologia di alcuni scrittori, della medesima generazione degli intervistati. Il nostro intento, come emerge dalle riprese, non è stato tanto stabilire un bilancio storico-letterario degli scrittori istriani della minoranza italiana, né fare ricognizioni squisitamente letterarie o artistiche, né ripercorrerne la storia culturale dagli inizi, complessa e ricca di riferimenti, come si evince dal pur breve panorama designato da Nelida Milani. Noi siamo partiti da alcune domande che interrogano la nostra coscienza da tempo, e abbiamo cercato delle risposte incontrando le persone che hanno accettato l’intervista. E’ grazie alla loro disponibilità, e ai supporti che ci ha fornito la Comunità degli Italiani, che ora possiamo offrire questo contributo all’attenzione del pubblico italiano”. (dalla breve nota dei curatori)
info: www.pilgrimfilm.it
www.ilramodoroeditore.it

Lascia una risposta