sabato 26 novembre, ore 18: speciale con la rappresentazione teatrale La chiave dell’ascensore del gruppo Obliquia, liberamente ispirato dall’omonimo testo di Agota Kristof
laboratorio d’arte contemporanea allo Studio Tommaseo di Trieste, nell’ambito di I stand exposed di Gaetano Mainenti
di Massimo Premuda

In occasione della mostra I stand exposed di Gaetano Mainenti, Trieste Contemporanea, Studio Tommaseo e il gruppo Obliquia presentano il secondo degli eventi speciali organizzati con gli artisti coinvolti nel progetto.
Obliquia è un gruppo composto da giovani artisti formatisi all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il lavoro teatrale che propone è La chiave dell’ascensore, un laboratorio interdisciplinare di arte contemporanea tratto dalla rilettura dell’omonima opera di Agota Kristof.

Una maschera, una giostra – ciò che ne resta, dei testimoni, una fisarmonica. Una storia, raccontata da una donna e ascoltata da una donna. E l’urgenza della testimonianza, unico baluardo possibile nel mondo disegnato da Agota Kristof, su cui s’intreccia quest’opera collettiva, questo concerto a più voci: scultura, recitazione, danza, immagine, musica.
La rappresentazione è in chiave simbolica, non dichiara soluzioni: nessun colpevole, nessuna vittima. La compresenza di diversi ambiti disciplinari amplifica la molteplicità di piani su cui danzano queste marionette senza fili.
La sfida è quella di condurre lo spettatore a creare una propria struttura interpretativa. La musica, il video, la recitazione, il gesto artistico, tutto concorre alla costruzione di un’immagine complessiva definita e nel contempo neutra, una polisemia apparentemente slegata dalla narrazione, ma in realtà intimamente legata al suo procedere per sedimentazioni successive, per strati, in un crescendo di livelli contemporaneamente percepibili, come si trattasse di lastre di vetro.

Trieste, Studio Tommaseo, via del Monte 2/1
sabato 26 novembre 2011, ore 18
LA CHIAVE DELL’ASCENSORE del gruppo Obliquia
Rappresentazione teatrale / laboratorio d’arte contemporanea
liberamente ispirato dall’omonimo testo di Agota Kristof
Artisti partecipanti: Samanta Cinquini, Melissa Siben, Andrea Cattelan, Marta Dal Fabbro, Andrea Sanson, Alice Pozzoli
Collaborazioni: Micaela Leonardi, Marta Buso, Barbara Prevedello

info: Comitato Trieste Contemporanea
www.triestecontemporanea.it
www.obliquia.org

Lascia una risposta